Radio Arci Masaniello

Saviano. «Questa decima edizione di Dipingi il Carnevale rappresenta un traguardo importante ed un nuovo inizio per tutti noi». Parole del neo presidente di Radio Arci Masaniello Giuseppe Tufano nel presentare Dipingi il Carnevale, concorso creativo ed estemporanea d’arte che si svolgerà domenica 30 luglio, nella suggestiva cornice di Palazzo Allocca, in corso Garibaldi n.16, a partire dalle 9.

Gli artisti partecipanti dovranno realizzare in loco, fino alle 17, un’opera artistica che rappresenti al meglio il Carnevale Savianese. Successivamente un’apposita giuria, comprendente qualificati operatori dell’arte, del design e della comunicazione, sceglierà l’opera vincitrice che rappresenterà il Carnevale Savianese in tutti i luoghi, fisici e virtuali in cui verrà esposta e riprodotta. All’artista vincitore verrà assegnato un premio di 300 euro.

«Il nostro consiglio agli artisti partecipanti – spiegano gli organizzatori – è di tenere presente che l’opera vincitrice dovrà essere adatta alle diverse soluzioni grafiche necessarie a promuovere il Carnevale Savianese su manifesti, siti e piattaforme social. Sarà quindi premiata l’opera più versatile, immediata e di maggiore impatto visivo». La quota di partecipazione per gli artisti è di 10 euro. Il bando di concorso in forma integrale è consultabile alla pagina Facebook www.facebook.com/dipingiilCarnevale .

Come è ormai tradizione, Dipingi il Carnevale è organizzata dall’Associazione Radio Arci Masaniello APS, in collaborazione quest’anno con il Comune e l’Assessorato alla Cultura di Saviano, la Fondazione Carnevale Savianese e la Pro Loco “Il Campanile”.

«La nostra associazione ha rinnovato tutti i suoi organi direttivi quest’anno, – continua il presidente di Radio Arci Masaniello Giuseppe Tufano – all’insegna della continuità, ma con l’idea di dare una nuova spinta generazionale alla nostra associazione, tra le più antiche del territorio e fondatrice del Carnevale Savianese. Con noi anche il Carnevale sta cambiando, diventando sempre più contemporaneo e divertente, senza dimenticare le sue tradizioni decennali».